dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Mercoledì, 17 Giugno 2009 01:00

Preparare l'esame di stato

Scritto da  Gianni Casubaldo
Vota questo articolo
(2 Voti)
Come impostare la preparazione all'esame di stato - suggerimenti procedurali
di Gianni Casubaldo - assistente sociale specialista

Questo breve articolo si pone come obiettivo, quello di fornire dei suggerimenti inerenti alla preparazione all'esame di stato per l'abilitazione all'esercizio della professione d'assistente sociale.

I suggerimenti non sostituiscono in alcun modo i riferimenti bibliografici che generalmente sono forniti dalle Università o dagli stessi Ordini Professionali. Riferimenti che vanno studiati con attenzione.

CONOSCENZA DI INTERNET

In rete oggi si trova "tutto" inteso come materiale di studio, d'approfondimento e di muto-auto-aiuto (per l'esame). Moltissime informazioni sono libere, gratuite ed immediatamente disponibili. In rete si trovano i titoli delle prove scritte nelle passate edizioni degli esami di stato. Basta saper fare una buona ricerca in rete utilizzando i normali motori di ricerca.

Oltre ai titoli dei temi è possibile trovare tutti i testi delle leggi che riguardano il lavoro dell'assistente sociale. Per ottenere un buon risultato con le ricerche su internet occorre dare una veloce scorsa ai risultati della ricerca selezionando quelli particolarmente pertinenti per poi concentrare l'attenzione.

IL TIROCINIO SVOLTO

Una domanda importante da porsi è cosa è stato appreso nell'esperienza di tirocinio. È il mea culpa d'ogni candidato nel giorno dell'esame di stato. Perché gli argomenti in gran parte sono (o sarebbero!) possibili vederli direttamente nell'esperienza di tirocinio. Nella nostra professione è un momento formativo importantissimo. Nel tirocinio è possibile osservare il rapporto che s'instaura con l'assistente sociale, le domande che sono poste, le emozioni che passano nei colloqui, la possibilità di vedere come sono redatte le relazioni ed i diari clinici. La possibilità soprattutto facendo il tirocinio durante il percorso accademico, di fare raffronti, analisi con quanto imparato e/o studiato nelle lezioni e nei libri di testo.

LO SVOLGIMENTO DEL TEMA

Farsi capire non è esercizio semplice. Affermazione questa che non vuole essere offensiva, ma semplicemente richiamare ad un esercizio, che è quello dello scrivere e non può essere la semplice trascrizione del linguaggio orale. Purtroppo nell'esamina dei temi risulta essere proprio questo, con risultati assolutamente non soddisfacenti.

Intanto quello che un tema non dovrebbe contenere: testi lunghissimi fino a diventare noiosi, densi di retorica e punti di vista personali più "morali" che professionali.

Un tema dovrebbe essere chiaro e contenere una buona sintesi. Il candidato si deve esercitare ad avere una buona calligrafia e scrivere frasi con senso compiuto.

Il candidato deve avere in testa il canovaccio che parte dal significato del titolo fino all'esposizione dei punti richiesti.

Da notare bene che molti temi richiedono al candidato a volte in modo esplicito, altre meno, gli aspetti procedurali dell'argomento. Un sito interessante sullo svolgimento del tema è il seguente: http://www.interruzioni.com/temaesperti.htm .

LA CONOSCENZA DELLE NORME

Lo studio delle leggi è fondamentale e nelle prove non si possono consultare, è inutile annotarle nel vocabolario si rischia l'espulsione dalla prova. Ma delle leggi non è assolutamente importante impararle a memoria. Tutt'altro. Rispetto alle leggi il candidato deve conoscere perfettamente l'aspetto PROCEDURALE, altrimenti la bocciatura è in agguato. Sapere ad esempio i riferimenti procedurali per una messa alla prova, per un interruzione volontaria di gravidanza, per la richiesta di nomina di un amministratore di sostegno, ecc.

In rete è possibile trovare tutto cio' che interessa a livello procedurale.

Non conoscere le procedure nella professione d'assistente sociale, significa essere impossibilitati a svolgere la professione. Le procedure in sintesi sono il "navigatore" della professione. Oltre ad internet un validissimo aiuto nello studio delle procedure di servizio sociale è sicuramente dato dall'esperienza di tirocinio e dall'essere stati a fianco a fianco con un assistente sociale. Se il candidato in tal esperienza ha tenuto un diario, quello diventa uno strumento preziosissimo per sostenere gli esami di stato. Ma ancor più prezioso è tornare a trovare l'assistente sociale dove si è svolto il tirocinio per avere chiarimenti, informazioni, e perché no, sostegno!

METTERSI IN DISCUSSIONE

È molto importante per un candidato agli esami di stato saper mettere in discussione quello che ha imparato, che ha conosciuto, in altre parole studiare insieme ai colleghi.

Studiare con un metodo, in altre parole quello di correggersi a vicenda, correggere i temi dell'altro. È un modo per fare i conti sul grado di chiarezza del contenuto scritto.

SAPER "FOTOGRAFARE" UNA SITUAZIONE PROBLEMATICA

Un momento piuttosto critico nell'esame di stato è l'interrogazione della commissione. Il candidato estrae un caso, lo deve leggere ed esporre la soluzione.

L'ansia in quei momenti gioca spesso brutti scherzi e il candidato è portato a dare il significato delle singole parole, parlando il più possibile. Errore questo che a volte risulta essere fatale. È consigliabile una volta aperto il fogliettino "darsi il tempo" di fotografare il caso, quindi formulare la procedura in merito e le ipotesi d'intervento. Anche in questo caso un grande aiuto viene sicuramente dall'osservazione fatta durante il tirocinio.

Letto 5058 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Aprile 2012 23:13

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna